top of page

CARTA CANTA


"Carta canta, villan dorme", dicevano i nostri nonni. Un accordo scritto in modo chiaro e preciso, vale più di mille parole e strette di mano. Sia le imprese che i comuni cittadini dovrebbero saperlo. Invece, spessissimo, si fidano delle belle parole e dei modi cordiali e si accorgono di aver commesso un grave errore quando è ormai troppo tardi. Un accordo scritto, un buon accordo, formulato da un esperto, è una garanzia irrinunciabile ed un'arma che consente di tutelare realmente i propri diritti, sia fuori che dentro le aule di un tribunale. Ma un "cattivo" accordo scritto, redatto da un incompetente, in maniera non chiara e senza consapevolezza delle effettive implicazioni legali, è persino peggio di un accordo orale. E' quindi assolutamente necessario rivolgersi ad esperti per evitare errori e minimizzare i rischi. Molti rinunciano all'assistenza di un legale per timore dei costi immediati e non si rendono conto che così facendo creano le premesse per esborsi futuri ben maggiori. Ogni accordo contrattuale presenta caratteristiche proprie e necessita di un approccio non standardizzato. Non è sufficiente utilizzare un modello da formulario. In un'epoca dove molti ritengono di potersi curare facendo ricerche su Google, non ci si può stupire che ci sia chi possa avere la presunzione di affrontare questioni legali senza rivolgersi ad un esperto, ma è un atteggiamento che denota presunzione ed ignoranza e che, se può essere comprensibile per una persona comune e poco consapevole, è assolutamente imperdonabile per un moderno imprenditore che vuole affrontare il mercato e la concorrenza da protagonista.


bottom of page